Ripple: La storia e il cammino fino a questo punto

Con bitcoin in testa, la crittovaluta ha sperimentato un costante cambiamento e un’evoluzione delle sue operazioni e delle sue strutture di rete. Quando la crittovaluta è entrata in scena, sono poche quelle che hanno una stabilità strutturale costante. Tuttavia, con il tempo la maggior parte di queste reti vengono sviluppate e vengono introdotti protocolli più avanzati e di facile utilizzo. Questi cambiamenti sono anche un modo per soddisfare i recenti progressi delle tecnologie. Ripple come criptovaluta non è diversa, in quanto ha avuto la sua giusta parte di cambiamenti.

Ripple è stato “concepito da Jed McCaleb e sviluppato da Arthur Britto e David Scheartz che poi si sono avvicinati a Ryan Fugger”, qualcuno che era stato nelle scene dei servizi finanziari dal 2005 per fornire varie opzioni per ottenere pagamenti e transazioni sicure attraverso una rete globale. Prima di allora, Fugger aveva sviluppato un sistema chiamato OpenCoin, che si sarebbe poi trasformato in Ripple. Ripple era la rete, tuttavia riconosceva la necessità di una valuta che favorisse la sua visione di una transazione veloce e sicura. Questo portò l’azienda a creare la propria forma di valuta digitale che viene chiamata XRP, che funziona pienamente come una moneta criptata. La valuta permette alle istituzioni finanziarie di effettuare transazioni con commissioni trascurabili in un tempo più breve.

Ripple XRP - bigbitrex.com
Ripple

La necessità di un Network e di un Token 

Inoltre, la creazione di una rete che mira a sviluppare un sistema di transazione veloce ha portato ad un’ondulazione per creare una rete che utilizza un token per svolgere le sue operazioni all’interno di una catena di blocco riconosciuta. Ripple è un’azienda con sede in California che ha più di 200 dipendenti a tempo pieno. Essi possiedono oltre il 50% dell’esistenza totale del token XRP. La società Ripple utilizza il token XRP (tokens.net/it/criptovaluta/ripple-xrp/) come risorsa di regolamento per i pagamenti internazionali nella sua piattaforma di pagamento “RippleNet”. Secondo l’azienda, RippleNet è descritta come “una rete globale di banche e fornitori di pagamenti che utilizzano la tecnologia finanziaria distribuita da Ripple, che fornisce messaggistica in tempo reale, compensazione e regolamento delle transazioni finanziarie”. Opera attraverso la strutturazione di un protocollo aperto che permette un approccio operativo senza soluzione di continuità tra i vari registri e le reti di pagamento coinvolte nel RippleNet complessivo.

Salendo in cima alla scala delle criptovalute

La società Ripple continua ad essere l’operatore neurale del sistema in quanto è il principale contributore di codice al sistema di verifica del consenso. Questo permette loro di connettersi senza problemi con le strutture bancarie esistenti senza intoppi. Intorno al 2013, il protocollo Ripple è stato adottato da un numero crescente di istituzioni finanziarie nel tentativo di offrire una “opzione di rimessa alternativa” ai consumatori. Nel dicembre 2014, la società Ripple ha creato un servizio di pagamento globale chiamato Earthport. La combinazione del software di rete Ripple e del servizio di pagamento sviluppato ha segnato il primo utilizzo in rete del protocollo Ripple da parte di diversi soggetti, poiché ora può essere utilizzato in modo efficiente come piattaforma di pagamento globale. Il 29 dicembre 2017, XRP ha guadagnato brevemente terreno nella scala dei beni digitali diventando per breve tempo la seconda più grande moneta criptata con un limite di mercato di 73 miliardi di dollari.

La causa

Nel maggio 2018, è stata intentata una causa contro Ripple, sostenendo che essa ha condotto un piano per raccogliere centinaia di milioni di dollari attraverso la vendita non registrata dei suoi gettoni XRP. E’ stata etichettata come “un’offerta iniziale di monete senza fine”, Ripple ha comunque superato questo e da allora ha guadagnato più popolarità. Grazie a questo, Ripple si è evoluto fino a diventare una delle storie di successo di spicco nel mercato delle cripto, con un paio di banche che si sono associate e hanno gradualmente integrato le sue operazioni nei loro sistemi.